Il sito del Peperone Dolce di Altino si rinnova!

Rinnovato nello stile e nei contenuti ma non nello spirito!
Troverete nuove informazioni e nuove curiosità tutte rivolte alla scoperta e alla valorizzazione del Peperone Dolce di Altino!

In occasione dell’VIII edizione del Festival del Peperone dolce di Altino con il suo celeberrimo Palio culinario delle Contrade, in programma il 26 e 27 Agosto 2016,  il sito ufficiale dell’Associazione del Peperone Dolce di Altino – Oasi di Serranella cambia veste: nelle nuove sezioni del sito si potrete trovare le informazioni aggiornate sull’Associazione e tutta la documentazione per entrare a far parte del mondo dei produttori qualificati e certificati del Peperone Dolce, l’oro rosso di Altino.

Inoltre sarà più facile essere sempre aggiornati sulle attività dell’Associazioni grazie alle Pepper News e scoprire tutte le curiosità del Museo del Peperone Dolce.

Prossimamente sarà online anche l’archivio delle precedenti edizioni del Festival e delle ricette che si sono sfidate negli anni del Palio culinario delle Contrade.

Un commento per “Il sito del Peperone Dolce di Altino si rinnova!

  1. Come gli altri anni ieri pomeriggio sono stato alla sagra, un evento che da quanto lo conosco ho tanto decantato e pubblicizzato fra gli amici per la perfetta organizzazione per le specialità proposte con tanta enfasi e amore dalle contrade di Altino. Anche ieri sera tutto questo non è mancato anche se un po’ carente è stata l’organizzazione per il parcheggio delle auto
    ma vista la moltitudine di gente era prevedibile, rilevante è stata la grande attenzione per le persone diversamente abili, per gli anziani che non avrebbero potuto altrimenti raggiungere il cuore della manifestazione. Mi sono tuffato insieme ai mie familiari e amici nella fiumara di popolo e, come in altre occasione ho assaporato le specialità proposte : l’ottimo primo SPAGHETTI IN FESTA di ALTINO, l’atro primo proposto da FONTE MANDRELLE ovvero VORTICE DI SAPORI ed il dolce CANNOLO IN VACANZA.
    Il Secondo proposto da SANT’ANGELO – TACCHINO PORCHETTATO coronato da ottime zucchine. Certo, anche a volerlo non si può gustare tutto ma alla fine mi son detto perché non assaggiare il dolce proposto da LA SELVA ovvero ECCEZZZIUNALE VERAMENTE, questa però è stata una cattiva idea infatti ho potuto riscontrare con grandissimo rammarico e disappunto una cattivissima organizzazione, infatti , a differenza degli altri visitati dove il tutto veniva servito in modo organizzato e rapido, ho dovuto fare una fila di oltre un ora avendo abbinato al dolce anche l’assaggio del primo (BIANCO ROSSO E VERDONE). I commenti degli altri malcapitati, molti con accento non abruzzese, erano al massimo negativi, una sola ragazza addetta a chiamare il numero del tagliando, selezionandolo dai mucchietti come se estraesse il numero dal pallottoliere della tombola
    saltando da un numero all’altro senza una successione logica (La ragazza anche se con molto impegno faceva fatica a farsi sentire dato il vociare della moltitudine di gente e il clamore della musica) . Chi prendeva solo il dolce veniva servito direttamente alla cassa dietro presentazione del tagliando, senza incrementare l’abbondante fila, tutto questo sarebbe stato
    facilmente superato se, dopo oltre un ora di fila, arrivato il mio turno, mi veniva candidamente comunicato che i dolci erano finiti. Mi chiedo ( ed attribuisco a questo la pessima organizzazione)per quale motivo in mancanza del prodotto non siano stati avvantaggiati quelli che avevano già pagato dando la precedenza a quelli giunti successivamente?) Questo modo di procedere ha generato un risentimento generale ed a quel punto mi sono vergognato io per loro, stizzito ho rifiutato anche il primo. La rabbia per il trattamento riservato ha preso il sopravvento e stizzito ho strappato i tagliandi da 1 euro che nel frattempo mi erano stati restituiti. Sono un abruzzese verace e sono orgogliosissimo di esserlo ma in questa occasione confesso di essermi vergognato per la figuraccia nei confronti dei visitatori di altre località. Ho voluto segnalare questo episodio affinché non possa ripetersi in futuro il quanto, fatti di questo genere vanno a discapito dell’impegno evidentemente profuso dagli organizzatori e di tutti coloro che tengono in vita l’ottima iniziativa. Rispettosi ossequi.
    Michele Di Cola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *